• +045 7610884
  • info@cplservizi.com

Author Archive Gabriele Destrini

FIRMATO L’ATTO DI ACQUISTO DELLA SEDE

Sì conclude positivamente la trattativa decennale con il Comune di San Bonifacio: finalmente l’immobile di via Sandri è di proprietà di CPL SERVIZI ONLUS

Venerdì 28 dicembre rimarrà una data storica per la Coperativa CPL SERVIZI, una di quella che aspettavamo da tempo e chie finalmente è arrivata. Alle ore 11,00 presso gli uffici del notaio Marranghello la Presidente di CPL SERVIZI ONLUS ha firmato l’atto per l’acquisto dell’immobile di Via Sandri che passa dunque dal comune di San Bonifacio alla Cooperativa.

Si tratta di un investimento importante per CPL SERVIZI ONLUS che finalmente potrà programmare il proprio futuro con maggior serenità.

Questo importante passo è stato reso possibile grazie all’attuale Amministrazione Comunale, disponibile alla trattativa e sensibile a mantenere il Centro Diurno e la Comunità Alloggio per disabili nel territorio di San Bonifacio.

Una propria sede è stata a lungo il progetto del Presidente uscente della Cooperativa GIORGIO MAINENTE, ma tutti i tentativi con le precedenti amministrazioni comunali non avevano portato a nulla di concreto. Il progetto presentato da ORNELLA LONARDI e la sensibilità del sindaco GIAMPAOLO PROVOLI hanno permesso di riprendere in mano la trattativa che ha portato alla stipula di venerdì 28.

Questo 2018 si chiude quindi in bellezza per CPL SERVIZI, un 2018 segnato da impotanti novità come il progetto Welfcare, l’attivazione e lo sviluppo di nuovi servizi individuali per minori, la sistemazione degli spazi in comunità e al Centro Diurno, l’Evento TUTTinSCENA, l’intervista a Manuel Marson e, da ultimo appunto, l’acquisto della sede.

Un importante passo che responsabilizza tutto il personale di CPL SERVIZI ONLUS e tutte le persone che vogliono bene alla Coopearativa: a partire dai primi mesi del 2019 partiranno i lavori per la ristrutturazione della sede. Vogliamo che la sede di via Sandri sia sempre più il luogo in cui le persone si possano sentire a casa, aiutate e valorizzate per le loro capacità. Per farlo serviranno pesanti investimenti, probabilmente superiori anche a quelli per l’acquisto dell’immobile, e servirà, appunto la buona volontà e l’aiuto di tutti.


Vendemmia Etica e Solidale

Mercoledì 10 ottobre 2018 i nostri utenti del Centro Diurno sono andati a trovare un caro amico. Già, perchè parlare di semplice collaborazione tra CPL SERVIZI ONLUS e AZIENDA AGRICOLA e B&B LE ALBARE è riduttivo: con il passare del tempo il legame che lega l’Azienda di Stefano Posenato agli utenti del centro diurno è diventata una vera e propria amicizia.

La cooperativa quando organizza i suoi eventi, non può fare a meno di proporre il vino de “Le Albare”; mentre Stefano e la sua famiglia, oltre a sostenere la cooperativa, appena può, invita gli utenti del Centro Diurno a trascorrere una giornata nei suoi splendidi vigneti in Val d’Alpone.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo legame è stato rafforzato, appunto, la settimana scorsa, quando gli utenti del Centro Diurno sono corsi ad aiutare Stefano nella vendemmia e dopo la vendemmia non poteva mancare un pranzo conviviale.

Questa attività è molto importante per gli utenti del Centro Diurno perchè viene svolto all’aria aperta migliorando quindi il benessere psicofisico dei ragazzi che, tra l’altro, si divertono tantissimo.

Lo stare nei vigneti, prendere la forbici, trasportare l’uva, raccogliere le ceste e muoversi con il trattore sono tutte esperienze che aiutano gli  utenti a mettersi in gioco, a superare i propri timori e le proprie difficoltà in un contesto tutto nuovo. Ancora una volta hanno testimoniato il loro IO SO FARE.

 

Un estratto del quotidiano L’Arena di martedì 16 ottobre 2018

 

BIANCA NEL CUORE

Grazie alla collaborazione tra BIANCA NEL CUORE e CPL SERVIZI ONLUS,

le famiglie hanno accesso ad un servizio riabilitativo all’avanguardia

e potranno utilizzare il macchinario VIBRA PLUS.

 

Bianca nel Cuore onlus nasce per sostenere il percorso della piccola Bianca, affetta da una malattia rara purtroppo ad oggi ancora sconosciuta. L’associazione, con la sua attività, si propone di garantire alla bimba l’accesso a tutte le terapie mediche e riabilitative necessarie per migliorare la sua condizione di vita e la prosecuzione delle indagini utili alla ricerca di una diagnosi.

CPL SERVIZI ONLUS è da sempre vicina alla piccola Bianca ed in particolare alla mamma Monica ed al papà Andrea, e proprio grazie a questa vicinanza ha dato il suo contributo per l’attivazione del progetto BiSogni Speciali.

“L’Associazione Bianca nel Cuore Onlus, infatti,  nel marzo 2016 ha dato vita allo spazio riabilitativo biSogni Speciali, in collaborazione con la Cooperativa CPL Servizi Onlus e col supporto dell’Amministrazione Comunale di San Bonifacio.
L’iniziativa si pone come obiettivo il mantenimento di un costo sociale per le terapie offerte, così da consentire alle famiglie che affrontano questo percorso di progettare assistenza riabilitativa a lungo termine per i propri cari, contenendo al massimo l’impatto economico che purtroppo il molti casi costringe a limitare i percorsi riabilitativi.
È un progetto in cui l’Associazione Bianca nel Cuore crede fermamente, cosciente delle difficoltà quotidiane nell’affrontare i disagi dovuti alla disabilità di un proprio familiare in una dimensione dove tutto, anche le cose banali e scontate, diventa più difficile. L’esperienza in prima persona delle numerose difficoltà da affrontare quotidianamente, ha portato alla consapevolezza che “esserci” in determinate situazioni, è molto importante.
Con questo progetto si vuole proporre un servizio che possa aiutare in modo costante le persone e le famiglie con “biSogni Speciali“.” (cit. dal sito www.biancanelcuore.it )

A partire da giugno 2017 “BiSogni Speciali” si è arricchito, grazie al contributo del Lions Club San Bonifacio – Soave, dell’apparecchiatura VIBRA-PLUS, una apparecchiatura ad onde meccano-sonore selettive, che verrà utilizzata, solo su indicazione del medico, per trattamenti non invasivi e migliorativi della qualità della vita di pazienti affetti da gravi patologie disabilitanti.

Per ulteriori informazioni si può contattare la cooperativa oppure l’associazione Bianca nel Cuore.

 

5 x 1000 avventure

CPL SERVIZI ONLUS dal 1976 aiutiamo persone a testimoniare il proprio IO SO FARE.

ora con una firma nella tua dichiarazione dei redditi, anche tu PUOI FARE….

 

E’ tempo di dichiarazioni dei redditi e quindi è tempo di destinazione del 5 per mille dell’irpef.

COS’E’?

La CPL SERVIZI Onlus è tra le organizzazioni non profit che possono usufruire di questa possibilità. Grazie a questa procedura viene infatti destinata parte delle tue imposte anziché allo Stato, alle organizzazioni non profit.

Questa è uno dei modi con i quali ci permetti di sostenere la nostra mission, permetti ai nostri ragazzi e a chi si avvicina dal territorio di testimoniare il proprio IO SO FARE!

E’ un gesto semplice che non ti costa nulla, e può significare moltissimo per le persone che usufruiscono dei nostri servizi sul territorio. Non servono grandi doti, bastano pochi secondi del tuo tempo, il 5 x 1000 è una forma gratuita utile per noi, e semplice da fare per te!

L’avventura di quest’anno si chiama WEEK-END, WE CAN. L’obiettivo è permettere ai ragazzi diversamente abili di andare in palestra due volte a settimana, e di effettuare uscite libere nel week-end semplicemente integrando un operatore di supporto alla Casa Famiglia Tizian.

Il nostro progetto non cambierà la tua vita, ma la loro si. Non verranno proposte conquiste e trasformazioni, ma semplicemente ci proponiamo di creare uno spazio di movimento, di svago, e di semplicità.

COME SI FA?

Nel tuo modulo per la dichiarazione dei redditi (Unico, 730, CU2015) ci sarà un apposito riquadro destinato alle Onlus (“Sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale…”), FIRMALO E INSERISCI IL NOSTRO CODICE FISCALE:

00716580238

Con questo semplice gesto potrai sostenere la “Casa Famiglia Tizian” e dare un operatore di supporto che permetta ai ragazzi di andare in palestra e di fare uscite nel week end.

 Puoi fare anche molto di più: consiglia i tuoi amici, familiari, parenti a fare lo stesso

consegnando loro le nostre cartoline del 5×1000 nelle quali è riportato il codice fiscale della cooperativa.

Scarica qui la nostra cartolina promemoria! link

 Grazie per quello che farai, se ti serve altro i nostri uffici sono a tua disposizione.

Aiutaci a far testimoniare l’IO SO FARE

Vuoi aiutare CPL SERVIZI a testimoniare l’IO SO FARE di persone con disabilità?

Hai deciso di aiutare la cooperativa nei sui progetti rivolti a minori e anziani?

 

Clicca sul seguente link per sostenere le iniziative della cooperativa attraverso paypal:


oppure effettua un bonifico al seguente numero di conto corrente:   IT95U 02008 59752 00000 1240531Ti ricordiamo che una donazione effettuata ad una ONLUS dà diritto ad agevolazioni fiscali consultabili al seguente link.

2016: UN ANNO DI FUNDRAISING

CPL SERVIZI ONLUS ha iniziato una attività di raccolta fondi a settembre del 2015 con la presenza deL suo educatore Gabriele Destrini affiancato dalla consulenza di due super fundrasing come Luciano Zanin e Laura Lugli. Dopo un periodo di start-up nella quale si è cercato di organizzare e strutturare le varie attività all’interno della cooperativa, il 2016 dunque è stato il primo anno solare dove si è sperimentato una vera a propria attività di fundarising.

Ci sembra corretto, dunque, rendere i noti i risultati di questa iniziativa che elenchiamo qui di sequito:

DONAZIONI LIBERALI: attraverso bonifici, vendita di colombe, eventi organizzati nel territorio, nel 2016 sono stati raccolti 14.797,50€, un incremento del 193,17%  riespetto all’anno precedente.

5 PER MILLE Gli ultimi dati a nostra disposizione si riferiscono all’anno 2014 e anche questi dati sono per noi incoraggianti: siamo passati da 61 a 100 preferenze con un ricavo di 2707 euro.

In totale, dunque, abbiamo raccolto 17504.50€ e cosa abbiamo fatto con queste donazioni??

Lasciamo parlare le immagini:

Abbiamo finanziato l’Attività di Teatro che ha portato i nostri utenti ad esibirsi il 5 settembre 2016 di fronte a 550 persone.

 

 

 

 

 

E’ stato rinnovato il nostro parco automezzi, acquistando un’auto e un pulmino attrezzato: ora i nostri utenti viaggeranno più sicuri!

 

 

 

 

 

 

Abbiamo inserito un operatore in casa famiglia per consentire ai nostri ospiti di andare in palestra e soprattutto partecipare ad eventi sul territorio nel weekend (gli standard regionali impongono 1 operatore da solo in turno con i nostri 10 ragazzi, noi abbiamo voluto inserirne un’altro per garantir loro la possibilità di uscire il sabato e domenica).

 

E’ stato prodotto il film “I colori dell’Amicizia” che ci ha permesso di vincere il terzo posto nella rassegna “Altre sequenze”.

 

 

Siamo felici di questi risultati che ci spingono a continuare nella nostra attività di fundraising: oltre a voler rinnovare alcuni di queste iniziative, abbiamo ancora progetti in cantiere!!

Vi ricordiamo che se volete finanziare le attività della cooperativa potete cliccare sul seguente link per sostenere le iniziative della cooperativa attraverso paypal:

oppure effettuare un bonifico al seguente numero di conto corrente:

IT 11X03 11159 32100 00000 00859 

Ogni donazione ha diritto a dei vantaggi fiscali (leggi qui) ma è soprattutto una grande opportunità per realizzare il sogno di permettere a persone in difficoltà di testimoniare il proprio IO SO FARE!

Una BUONA AZIONE per tornare a gridare CIAK AZIONE!

Abbiamo pubblicato in questi giorni nel nostro canale YOU TUBE il video del film “I colori dell’amicizia” realizzato dagli utenti del centro diurno in collaborazione con il regista Salvatore Aiello.

Vorremmo riproporre anche l’anno prossimo questa attività, e magari riuscire a mostrarvelo nel grande schermo, perchè abbiamo visto come lo strumento del cinema sia una grande arma per poter rivelare le capacità dei nostri utenti del Centro Diurno.

Purtroppo questa attività è abbastanza dispendiosa per noi: la collaborazione del maestro Aiello, il personale della cooperativa, il materiale di scena e gli strumenti utilizzati, la pubblicizzare l’evento, la produzione dei dvd…sono tutte spese che sommate tra loro richiedono alla cooperativa un esborso superiore ai 1000€.

Grazie alla vendita dei DVD all’Alexander abbiamo coperto circa un terzo della spesa, il maestro Aiello scalpita per iniziare le riprese a gennaio.

Se vuoi puoi aiutarci a far partire questo progetto con una piccola donazione attraverso paypal:

con un bonifico al seguente numero di conto corrente:

IT11X 03111 59321 00000 0000859

oppure votando per la nostra organizzazione nell’iniziativa di Unicredit “IL MIO DONO”

GRAZIE ALLA TUA BUONA AZIONE saremo pronti a gridare CIAK AZIONE!!

CONFERENZA DEL 3 SETTEMBRE: seconda parte

Proseguiamo il racconto della conferenza del 3 settembre nella quale abbiamo cercato di rivivere, attraverso la voce degli stessi protagonisti, le principali evoluzioni della cooperativa che hanno portato quel piccolo gruppo di volontari sorto nel 1976 ad essere un punto di riferimento per il sociale nell’est veronese.

Nel precedente articolo, abbiamo rivissuto i contributi di Emilio Gandini, Gabriele Poletti, Igino Bonvicini, Lucio Lissandrini, Giuseppe Boninsegna e Maria Teresa Rossin; proseguiamo con la testimonianza di GIOVANNA ZAGO che è arrivata in cooperativa nel 1986, per favorire l’inserimento di persone con maggiore difficoltà, e per img_5589“contrastare” le direttive organizzative date da  Lucio Lissandrini (ci si perdoneranno le virgolette ma entrambi  sapranno riconoscere lo stile di confronto positivo tra i due). GIOVANNA ZAGO è stata coordinatrice sociale dal 1987 al 1999 e quando ha lasciato la cooperativa è stata per anni membro del consiglio direttivo di Federsolidarietà Nazionale. Giovanna, da sempre legata a CPL SERVIZI ONLUS, ha ricordato la grande importanza a livello territoriale che ha avuto la cooperativa:  “da San Bonifacio sono nate altre 6 cooperative ed è sorto anche il consorzio Sol.Co – afferma Giovanna – CPL SERVIZI ONLUS è stata una pioniera per quel che riguarda i servizi alla disabilità, io stessa per anni quando nei vari convegni dovevo parlare di servizi ai disabili parlavo di quella cooperativa che nel veronese è stata capace di anticipare i tempi e le leggi, offrendo dignità lavorativa a persone disabili quando la gente in giro li considerava solo degli handicappati“.

img_5579Chi ha sostituito Giovanna Zago è stato LUCIANO GIUSSANI, direttore dal 2000 al 2015 il quale nella conferenza del 3 settembre ha sottolineato gli enormi sforzi fatti della cooperativa sia per risollevarsi dalla perdita dei servizi psichiatrici a Cologna Veneta sia per aprire e consolidare nuovi servizi: l’asilo nido, la comunità, gli educatori domiciliari, i doposcuola ed il servizio trasporti. Vale la pena di ricordare che nei 15 anni con Luciano direttore la cooperativa è passata da 8 dipendenti agli attuali 43.

 

Oltre a Luciano, tra tutti gli interlocutori, la persona con più aneddoti sulla cooperativa era sicuramente GIORGIO MAINENTE, presidente della cooperativa dal 1983 al 1991 e dal 1995 al 2015.img_5604 Grazie al suo impulso la cooperativa è riuscita a navigare tra mille burrasche mantenendo sempre gli occhi fissi sulla meta e senza affondare mai. Il ragionier Mainente, vera memoria storica di questi 40 anni della cooperativa, ha voluto sottolineare la centralità della persona in tutti questi anni di storia: l’attenzione alle personimg_5609e, siano essi utenti o dipendenti, è un eredità importante e che ha caratterizzato la Cooperativa CPL SERVIZI ONLUS.

Chi si è fatto carico di continuare questa eredità è ORNELLA LONARDI, attuale presidente della Cooperativa la quale ha voluto innanzitutto ringraziare tutti i partecipanti e poi ha sottolineato l’impegno di CPL SERVIZI ONLUS per un ampliamento del numero dei servizi alla persona e per una maggiore collaborazione con le altre cooperative e, più in generale, con le altre realtà del territorio.

img_5563

Il sindaco di San Bonifacio, GIAMPAOLO PROVOLI, ha ringraziato la cooperativa per la presenza nel territorio e per l’importante lavoro svolto a favore delle persone in difficoltà nell’est veronese.

img_5610

LUCIANA GHEDINI, per più di 20 anni musicoterapeuta del Centro Diurno, ha portato i suoi saluti e ricordato la voglia di innovazione presente in cooperativa accompagnata da una atmosfera famigliare: “qui mi sono sempre sentito a casa”.

img_5606

40 ANNI DI CPL SERVIZI ONLUS: CONFERENZA DEL 3 SETTEMBRE (prima parte)

E’ passato un po’ di tempo, ma l’emozione è ancora forte: sabato 3 settembre abbiamo voluto ripercorrere i 40 anni della nostra Cooperativa attraverso la testimonianza di persone che hanno contribuito all’evoluzione di CPL SERVIZI ONLUS partendo dai suoi inizi fino ad oggi.img_5571

Il primo a parlare è stato EMILIO GANDINI, consigliere del Consiglio di Amministrazione nel mandato del primo Presidente Fiorin Angelo (dal 20 settembre 1976 al 26 ottobre 1978). Grazie al suo racconto abbiamo rivissuto la nascita della Cooperativa, le difficoltà derivanti dalla partenza di una attività NUOVA, mai sperimentata prima, e con una sostanziale diffidenza da parte della popolazione.

Il sig. Gandini ha svelato anche l’origine del nome “CPL”: nel 1976 una volta andati in camera di commercio per aprire la cooperativa, non era prevista una società commerciale che prevedesse attività produttive per persone disabili e la denominazione che più assomigliava a quello che la cooperativa voleva svolgere era proprio “CENTRO PRODUZIONE LAVORO”. Questo a sottolineare il carattere innovativo della Cooperativa nei suoi esordi: il bisogno dei genitori di dare dignità ai propri figli disabili non era ancora normato, ma la Cooperativa è riustita ad andare oltre a questo limite e grazie a molte “battaglie” solo 10 anni dopo si riuscirà a firmare una convenzione con l’ULSS 24 (la prima legge sulle cooperative sociali uscirà nel 1991).

img_5577Ad aiutare la Cooperativa nei primi anni dal punto di vista operativo è stata soprattutto la presenza di Obiettori di Coscienza che aiutavano persone disabili nei primi lavori (falegnameria, agricoltura, piccoli assemblaggi e produzioni industriali) ed in tema di obiettori non potevamo non invitare GABRIELE POLETTI – attuale direttore della Associazione San Gaetano di San Bonifacio ma soprattutto uno dei primi obiettori di coscienza per la cooperativa CPL. Il sig. Poletti ha sottolineato quanto fosse “coraggiosa” la scelta dell’obiezione di coscienza alla fine degli anni 70 ma soprattuto come quella scelta ha poi segnato positivamenta la sua vita: venuto qui da un’altra regione per fare l’obiettore di coscienza, non ha più lasciato il terriotorio di San Bonifacio.img_5573

Superati i primi anni “pioneristici” la Cooperativa ha ottenuto maggiore solidità economica grazie all’accordo stipulato con la ditta “Ferroli” dall’allora presidente IGINO BONVICINI: quell’accordo sindacale considerava il lavoro prodotto da CPL  al pari di qualunque altra ditta ed andava a definire nei dettagli la produzione img_5593oraria. Con quel contratto l’uguaglianza, lavorativa, tra persone “normodotate” e persone “disabili” era stato raggiunto.

A curare l’organizzazione del lavoro in quegli anni è arrivato LUCIO LISSANDRINI (responsabile del lavoro dal 1987 al 1994) che ha sottolienato come non fosse stato facile cambiare l’atteggiamento del personale coninvogliandolo in dinamiche più produttive ed efficienti.

Dopo Igino Bonvicini ha preso la parola GIUSEPPE BONINSEGNA, Presidente della Cooperativa CPL dal 1991 al 1994 il quale  si è soffermato sugli anni della sua presidenza caratterizzati dalla nascita della cooperativa CIDIELLE: un passaggio non facile, ma necessario per dare risposte a quelle diversità di richieste che venivano fatte alla Cooperativa: da un lato curare l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, dall’altro dare sollievo ed un sostegno educativo a famiglie di persone con gravi disabilità. A decorrere dal 1994 il nome CPL è stato mutato in CPL SERVIZI e la cooperativa ha assunto, per legge, il carattere di ONLUS.

A tal proposito, ha preso parola la sig.ra MARIA TERESA ROSSIN, che ha raccontato le sue preoccupazioni – in quanto mamma di Stefano, persona con difficoltà di equilibrio – nel momento dell’inserimento di suo figlio. “Avevo paura che gli potesse succedere qualcosa, che potesse cadere…però volevo dare a mio figlio la dignità di una persona, volevo che anche lui potesse stere con le altre persone. E’ stata dura, ma è stata una scommessa che io come genitore, e tutta la CPL SERVIZI ONLUS come personale, abbiamo vinto“.

(fine prima parte)

img_5551 img_5563  img_5592

img_5566

 

Chiusura del progetto My drops

My drops era una applicazione che permetteva di destinare una piccola quota di ciò che si acquistava su Amazon ad organizzazioni no-profit.

Noi come CPL SERVIZI ONLUS abbiamo fin da subito creduto al progetto. Purtroppo però, il mese scroso abbiamo ricevuto da parte di My drops questa mail:

Gentili tutti,
siamo spiacenti di informarvi che ieri abbiamo ricevuto una comunicazione da parte di Amazon concernente la rescissione immediata dell’accordo in essere tra Sundrop srls (la nostra azienda che offre il MyDrops) ed Amazon.
Secondo una delle policy di Amazon, non è più possibile utilizzare strumenti assimilabili a MyDrops come legame tra questo venditore ed una qualsiasi raccolta fondi, comprese quelle a scopo benefico.
Come potrete immaginare, questa comunicazione ci ha lasciati senza parole, coscienti del fatto che non ci verrà permesso di dialogare ed eventualmente trovare una forma per continuare.
Gli acquisti da questo venditore rappresentano il 100% degli acquisti in MyDrops; l’interruzione immediata del collegamento al venditore Amazon, ha di fatto interrotto l’efficacia del plugin e quindi il progetto MyDrops.
Ci dispiace immensamente per quanto accaduto, soprattutto nei confronti delle realtà che hanno compreso il sistema e ne hanno sfruttato al massimo le potenzialità.
Sundrop srls

 

Abbiamo aspettato un po’ a dare la notizia nella speranza che questa situazione si risolvesse nel migliore dei modi. Purtoppo non vi sono state positive novità ed a questo punto siamo costretti a comunicare che IL PLUGIN MYDROPS NON FUNZIONA PIU’ E NON E’ PIU’ POSSIBILE EFFETTUARE DONAZIONI ATTRAVERSO I PROPRI ACQUISTI SU AMAZON.

Utilizzeremo i 206,51€ per finanziare il progetto di psico-linguistica all’interno del centro diurno.

Personalmente ci sentiamo di ringraziare Franco e Sabina di Sundrops per la loro dedizione a questo progetto ed auguriamo a loro miglior fortuna con il prossimo progetto!

 

 

 

123