IL VINO BUONO DI CUORE  

Si è conclusa anche quest’anno la vendemmia dell’uva Garganega 2017.

Grazie a Stefano Posenato è stato possibile continuare la collaborazione con la Cantina “Le Albare” di Montecchia di Crosara, dando quindi la possibilità ai nostri ragazzi di seguire e partecipare direttamente all’intero ciclo di produzione del vino.

Mettere le mani nel mosto, raccogliere dalla pianta ogni grappolo, non significa solo occupare del tempo ma anche viverlo, entrare nella sensazione fisica del tatto, il sentire il profumo dell’ufa raccolta, l’emozione di salire insieme sul carro posteriore del trattore e girare tra le vigne che rappresentano un paesaggio naturale non indifferente se confrontato alla quotidianità delle attività urbane.

Sicuramente esperienze piene, divertenti ma soprattutto valorizzanti ogni singola persona!

Già a Febbraio 2017 Marco, Loris, Daniele, Simone, Oscar, Mirko, Lucia, Marcella, Federico e Francesco sono stati coinvolti nella pigiatura dei grappoli, e con la raccolta di settembre il ciclo annuale si è chiuso.

Un grazie particolare alle nostre operatrici, Sabrina e Barbara, per aver accompagnato e partecipato con i nostri ragazzi a questa avventura!

In serbo per voi stiamo progettando la messa in commercio del nostro vino solidale!

Un’iniziativa importante che porta avanti il nostro slogan: io so fare!

SHOW —> 04 SETTEMBRE 2017 <--- 20.15 Cinema Cristallo San Bonifacio

E se iniziassimo l’anno scolastico / lavorativo con una festa? Con noi si può fare! 🙂

 

Lo scorso anno abbiamo festeggiato con un evento spettacolare i nostri 40 anni di attività!

Il successo è stato grande e ci ha incoraggiato nelle nostre avventure a fare sempre meglio!

Ecco perché quest’anno vogliamo ripetere la missione:

 

04 SETTEMBRE ore 20.15 presso il Cinema Cristallo di San Bonifacio

Il Centro Diurno non è solo un luogo fisico ma un potente incubatore di idee. Grazie alle attività di teatro e cinematografia abbiamo dato espressione alla fantasia, all’introspezione, al mistero…

 

Spettacolo Teatrale “IO… IO!! IO?

La recitazione porta in scena non tanto la disabilità ma la potenzialità delle persone. Liberamente ispirato all’opera di L. Pirandello, “Uno, Nessuno, Centomila”, questo spettacolo è una poesia sulla propria identità, su quello che vedono gli altri di noi, su quello che vorremmo si vedesse.

Grazie alla coordinatrice Francesca Sedda, dell’associazione Fantasiarte, è stato possibile creare un dialogo tra il nostro mondo interno e quello esterno.

 

Vieni e lasciati trasportare dalla delicatezza di questo percorso!  

 

Film “RINTOCCHI DI AMICIZIA”

Secondo corto della trilogia “Amicizia”, segue il primo capitolo (il premiato ‘I COLORI DELL’AMICIZIA’) con un casting speciale. La compagnia del Centro Diurno ha deciso di cambiare genere senza variare il filo conduttore della saga, portando quindi un tocco di giallo-thriller a una storia di amicizia e sogno personale. Girato col regista Salvatore Aiello, sarà uno momento intenso, dove in 15 minuti vedrete la potenza di un ragazzo dei nostri, mentre immagina la storia di tutti.

 

 

Ma le sorprese non finiscono qua! Sei curioso? Prenota subito il tuo biglietto!!!

TICKET: 5 €

ACQUISTALI presso la nostra sede, in via Sandri 27, San Bonifacio!

Oppure chiama il 045 7610884, o scrivi a fundraising@cplsevizi.com

(I biglietti hanno un numero limitato!

Per evitare di perdere l’occasione ti invitiamo a prenotarli per tempo!)

9 POSTI PER 50 FAMIGLIE

Chi vive e lavora in cooperativa lo sa, la felicità è fatta di piccole cose.

Cos’è per noi spostarsi tutti i giorni se non la normale quotidianità?

Sembrava un sogno irrealizzabile, eppure CPL SERVIZI ONLUS può finalmente festeggiare.

A Novembre 2015 la cooperativa di San Bonifacio, si trovava di fronte ad un problema di non facile soluzione: difficoltà economiche legate alla crisi economica dell’est veronese e un mezzo per il trasporto disabili con più di 300.000 km a rischio di imminente rottura.

Il sogno aveva un tema ben preciso: un nuovo pulmino attrezzato per il trasporto di persone con disabilità.

Da questo desiderio è nata la campagna 9 POSTI PER 50 FAMIGLIE, un progetto che permettesse a 15 bambini con disabilità, 15 ragazzi del CEOD e 20 anziani del territorio, di andare a scuola, frequentare le attività extra del centro diurno o recarsi all’ospedale per visite e controlli, oltre che semplicemente andare a casa.

Questo sogno è diventato realtà grazie alla tenacia degli operatori che per un anno sono riusciti a tamponare le situazioni di disagio causate dal vecchio mezzo, ma soprattutto grazie alla buona volontà di amici e simpatizzanti della cooperativa che hanno scelto di aderire a questa campagna con donazioni effettuate per tutto il 2016.

Grazie ai fondi raccolti dalla vendita di colombe pasquali, un concerto a Cologna Veneta con La Filarmonica di Lonigo, ed il sempre fondamentale 5 x 1000, la cooperativa ha unito i soldi necessari a sostenere la spesa per ottenere il mezzo adatto.

Ultimo, ma assolutamente decisivo per la realizzazione di questo sogno è stato il contributo della ditta VELUX Italia Spa che tramite l’Employee Foundation of the VKR Group ha concesso una donazione di 3.000 €.

“Come presidente della cooperativa non posso che ringraziare tutti i nostri donatori ed in particolare la ditta VELUX Italia Spa – afferma Ornella Lonardi, presidente della cooperativa CPL SERVIZI ONLUS – grazie a questo sforzo abbiamo migliorato la qualità della vita dei nostri ragazzi, e questo per noi è un premio impagabile. La chiusura di questa campagna ci dà slancio per intraprendere nuovi progetti e nuove iniziative rivolte sia ai ragazzi con disabilità, sia anche alle famiglie di minori spesso alla ricerca di servizi di qualità, che siano pure un semplice Doposcuola.

Nella giornata del 5 Maggio alcuni ragazzi del Centro Diurno hanno fatto così visita in ditta Velux Italia Spa ed hanno ringraziato i donatori mostrando loro l’utilità dei fondi ricevuti!

Ecco, in sintesi, le parole di Massimo Buccilli, Amministratore Delegato di VELUX Italia s.p.a:

“Crediamo che per svolgere il vostro compito di operatori ci vogliano dei poteri speciali, pertanto siamo molto lieti di aver contributo, per il tramite della Fondazione per i dipendenti del Gruppo VELUX, all’acquisto di un mezzo che vi permetta di spostarvi in sicurezza per svolgere le vostre attività”.

Chi respira la cooperativa lo sa, ogni campagna è una missione di conquista per favorire il bene comune ed il valore sociale, in un economia di mercato che spesso abbatte le prospettive.

Ora la nuova missione della campagna 2017 si chiama ‘WEEK END – WE CAN’, e mira a garantire un operatore di supporto per la ‘Casa Famiglia Tizian’ che permetta ai ragazzi disabili di andare 2 volte a settimana in palestra, e uscire nel week-end andando a feste di paese, al cinema, a mangiare una pizza, o anche solo fare una gita fuori porta.

Alcuni eroi non hanno chissà quali poteri sovrumani, alcuni eroi passano semplicemente una buona domenica insieme.

E tu che fai questo week-end?

STORY LAB

Story Lab è un progetto scritto e coordinato dal consorzio Sol.Co di Verona col sostegno di Fondazione Cariverona.

Si prefigge di favorire l’inserimento occupazionale di giovani dai 18-29 anni che non lavorano e non studiano.

Si divide in due macrofasi:

FASE 1

Percorso formativo – laboratoriale di gruppo con focus principale sulla COMUNICAZIONE E STORYTELLING D’IMPRESA, accompagnato da relativo tirocinio in azienda o impresa sociale nella provincia di Verona.

FASE 2

Costituzione di una STURT-UP con sede nel Social Hub del Consorzio, ente a favore dell’imprenditorialità giovanile.

COME SI ACCEDE?

0- INVIA IL TUO CURRICULUM VITAE alla mail gabriele.destrini@cplservizi.com o socialhub@solcoverona.it

1- In seguito ad una SELEZIONE DI 12 RAGAZZI, se scelto verrai ricontattato.

2- Una volta inserito nel progetto inizierai un TIROCINIO di 4 mesi, CON RIMBORSO SPESE MENSILE DI 300 €

3- Nel contempo parteciperai al percorso formativo e di coaching personalizzato e di gruppo.

4- Infine COSTITUZIONE DELLA STURT UP!

E’ una buona opportunità sia per la tua crescita individuale sia per tirare fuori quel sogno nel cassetto che ti è sempre girato per la testa!

VUOI SAPERNE DI PIU’? CHIAMA IL 045 8104025

TI ASPETTIAMO!

2016: UN ANNO DI FUNDRAISING

CPL SERVIZI ONLUS ha iniziato una attività di raccolta fondi a settembre del 2015 con la presenza deL suo educatore Gabriele Destrini affiancato dalla consulenza di due super fundrasing come Luciano Zanin e Laura Lugli. Dopo un periodo di start-up nella quale si è cercato di organizzare e strutturare le varie attività all’interno della cooperativa, il 2016 dunque è stato il primo anno solare dove si è sperimentato una vera a propria attività di fundarising.

Ci sembra corretto, dunque, rendere i noti i risultati di questa iniziativa che elenchiamo qui di sequito:

DONAZIONI LIBERALI: attraverso bonifici, vendita di colombe, eventi organizzati nel territorio, nel 2016 sono stati raccolti 14.797,50€, un incremento del 193,17%  riespetto all’anno precedente.

5 PER MILLE Gli ultimi dati a nostra disposizione si riferiscono all’anno 2014 e anche questi dati sono per noi incoraggianti: siamo passati da 61 a 100 preferenze con un ricavo di 2707 euro.

In totale, dunque, abbiamo raccolto 17504.50€ e cosa abbiamo fatto con queste donazioni??

Lasciamo parlare le immagini:

 

 

Abbiamo finanziato l’Attività di Teatro che ha portato i nostri utenti ad esibirsi il 5 settembre 2016 di fronte a 550 persone.

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ stato rinnovato il nostro parco automezzi, acquistando un’auto e un pulmino attrezzato: ora i nostri utenti viaggeranno più sicuri!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abbiamo inserito un operatore in casa famiglia per consentire ai nostri ospiti di andare in palestra e soprattutto partecipare ad eventi sul territorio nel weekend (gli standard regionali impongono 1 operatore da solo in turno con i nostri 10 ragazzi, noi abbiamo voluto inserirne un’altro per garantir loro la possibilità di uscire il sabato e domenica).

 

 

 

E’ stato prodotto il film “I colori dell’Amicizia” che ci ha permesso di vincere il terzo posto nella rassegna “Altre sequenze”.

 

 

 

Siamo felici di questi risultati che ci spingono a continuare nella nostra attività di fundraising: oltre a voler rinnovare alcuni di queste iniziative, abbiamo ancora progetti in cantiere!!

Vi ricordiamo che se volete finanziare le attività della cooperativa potete cliccare sul seguente link per sostenere le iniziative della cooperativa attraverso paypal:

 




  oppure effettuare un bonifico al seguente numero di conto corrente:   IT95U 02008 59752 00000 1240531

Ogni donazione ha diritto a dei vantaggi fiscali (leggi qui) ma è soprattutto una grande opportunità per realizzare il sogno di permettere a persone in difficoltà di testimoniare il proprio IO SO FARE!

ESITO CONCORSO “ALTRE SEQUENZE”

Si conclude con la VITTORIA DEL TERZO PREMIO la gara nel concorso “Altre Sequenze” organizzato da CSI di Verona presso il teatro Stimmate di Verona.

“I COLORI DELL’AMICIZIA” è il cortometraggio diretto e girato dal regista Salvatore Aiello coi ragazzi del centro diurno, col quale abbiamo partecipato e portato a casa la coppa della vittoria!

La motivazione data dal prof. Mario Guidorizzi, critico cinematografico, docente all’Università di Verona e presidente di giuria rispetto alla premiazione è la seguente:
“Ci racconta come il valore dello stare insieme e dell’aspirazione al lavoro, sogni spesso fortunatamente realizzati, siano alla base di una convivenza serena e, appunto, colorata.”

Grazie a questo progetto sperimentale non ci siamo semplicemente presentati al concorso ma è stato possibile coltivare delle ‘diversabilità’ individuali e di gruppo che rendono concreta la dichiarazione del personale ‘IO SO FARE!’.

Questi risultati ci motivano a continuare con questa attività di cinematografia rivolta ai ragazzi del centro diurno e grazie alla collaborazione col Maestro Salvatore Aiello!

Robertino, Fania, Alessandro e gli altri del set non vedono l’ora di iniziare il nuovo Film!

Stay Tuned!

A breve i nuovi aggiornamenti! (-:

Una BUONA AZIONE per tornare a gridare CIAK AZIONE!

Abbiamo pubblicato in questi giorni nel nostro canale YOU TUBE il video del film “I colori dell’amicizia” realizzato dagli utenti del centro diurno in collaborazione con il regista Salvatore Aiello.

Vorremmo riproporre anche l’anno prossimo questa attività, e magari riuscire a mostrarvelo nel grande schermo, perchè abbiamo visto come lo strumento del cinema sia una grande arma per poter rivelare le capacità dei nostri utenti del Centro Diurno.

Purtroppo questa attività è abbastanza dispendiosa per noi: la collaborazione del maestro Aiello, il personale della cooperativa, il materiale di scena e gli strumenti utilizzati, la pubblicizzare l’evento, la produzione dei dvd…sono tutte spese che sommate tra loro richiedono alla cooperativa un esborso superiore ai 1000€.

Grazie alla vendita dei DVD all’Alexander abbiamo coperto circa un terzo della spesa, il maestro Aiello scalpita per iniziare le riprese a gennaio. Se vuoi puoi aiutarci a far partire questo progetto con una piccola donazione attraverso paypal:  

con un bonifico al seguente numero di conto corrente:   IT95U 02008 59752 00000 1240531

oppure votando per la nostra organizzazione nell’iniziativa di Unicredit “IL MIO DONO”

 

 

GRAZIE ALLA TUA BUONA AZIONE saremo pronti a gridare CIAK AZIONE!!

 

CONFERENZA DEL 3 SETTEMBRE: seconda parte

Proseguiamo il racconto della conferenza del 3 settembre nella quale abbiamo cercato di rivivere, attraverso la voce degli stessi protagonisti, le principali evoluzioni della cooperativa che hanno portato quel piccolo gruppo di volontari sorto nel 1976 ad essere un punto di riferimento per il sociale nell’est veronese.

Nel precedente articolo, abbiamo rivissuto i contributi di Emilio Gandini, Gabriele Poletti, Igino Bonvicini, Lucio Lissandrini, Giuseppe Boninsegna e Maria Teresa Rossin; proseguiamo con la testimonianza di GIOVANNA ZAGO che è arrivata in cooperativa nel 1986, per favorire l’inserimento di persone con maggiore difficoltà, e per img_5589“contrastare” le direttive organizzative date da  Lucio Lissandrini (ci si perdoneranno le virgolette ma entrambi  sapranno riconoscere lo stile di confronto positivo tra i due). GIOVANNA ZAGO è stata coordinatrice sociale dal 1987 al 1999 e quando ha lasciato la cooperativa è stata per anni membro del consiglio direttivo di Federsolidarietà Nazionale. Giovanna, da sempre legata a CPL SERVIZI ONLUS, ha ricordato la grande importanza a livello territoriale che ha avuto la cooperativa:  “da San Bonifacio sono nate altre 6 cooperative ed è sorto anche il consorzio Sol.Co – afferma Giovanna – CPL SERVIZI ONLUS è stata una pioniera per quel che riguarda i servizi alla disabilità, io stessa per anni quando nei vari convegni dovevo parlare di servizi ai disabili parlavo di quella cooperativa che nel veronese è stata capace di anticipare i tempi e le leggi, offrendo dignità lavorativa a persone disabili quando la gente in giro li considerava solo degli handicappati“.

img_5579Chi ha sostituito Giovanna Zago è stato LUCIANO GIUSSANI, direttore dal 2000 al 2015 il quale nella conferenza del 3 settembre ha sottolineato gli enormi sforzi fatti della cooperativa sia per risollevarsi dalla perdita dei servizi psichiatrici a Cologna Veneta sia per aprire e consolidare nuovi servizi: l’asilo nido, la comunità, gli educatori domiciliari, i doposcuola ed il servizio trasporti. Vale la pena di ricordare che nei 15 anni con Luciano direttore la cooperativa è passata da 8 dipendenti agli attuali 43.

 

Oltre a Luciano, tra tutti gli interlocutori, la persona con più aneddoti sulla cooperativa era sicuramente GIORGIO MAINENTE, presidente della cooperativa dal 1983 al 1991 e dal 1995 al 2015.img_5604 Grazie al suo impulso la cooperativa è riuscita a navigare tra mille burrasche mantenendo sempre gli occhi fissi sulla meta e senza affondare mai. Il ragionier Mainente, vera memoria storica di questi 40 anni della cooperativa, ha voluto sottolineare la centralità della persona in tutti questi anni di storia: l’attenzione alle personimg_5609e, siano essi utenti o dipendenti, è un eredità importante e che ha caratterizzato la Cooperativa CPL SERVIZI ONLUS.

Chi si è fatto carico di continuare questa eredità è ORNELLA LONARDI, attuale presidente della Cooperativa la quale ha voluto innanzitutto ringraziare tutti i partecipanti e poi ha sottolineato l’impegno di CPL SERVIZI ONLUS per un ampliamento del numero dei servizi alla persona e per una maggiore collaborazione con le altre cooperative e, più in generale, con le altre realtà del territorio.

img_5563

Il sindaco di San Bonifacio, GIAMPAOLO PROVOLI, ha ringraziato la cooperativa per la presenza nel territorio e per l’importante lavoro svolto a favore delle persone in difficoltà nell’est veronese.

img_5610

LUCIANA GHEDINI, per più di 20 anni musicoterapeuta del Centro Diurno, ha portato i suoi saluti e ricordato la voglia di innovazione presente in cooperativa accompagnata da una atmosfera famigliare: “qui mi sono sempre sentito a casa”.

img_5606

40 ANNI DI CPL SERVIZI ONLUS: CONFERENZA DEL 3 SETTEMBRE (prima parte)

E’ passato un po’ di tempo, ma l’emozione è ancora forte: sabato 3 settembre abbiamo voluto ripercorrere i 40 anni della nostra Cooperativa attraverso la testimonianza di persone che hanno contribuito all’evoluzione di CPL SERVIZI ONLUS partendo dai suoi inizi fino ad oggi.img_5571

Il primo a parlare è stato EMILIO GANDINI, consigliere del Consiglio di Amministrazione nel mandato del primo Presidente Fiorin Angelo (dal 20 settembre 1976 al 26 ottobre 1978). Grazie al suo racconto abbiamo rivissuto la nascita della Cooperativa, le difficoltà derivanti dalla partenza di una attività NUOVA, mai sperimentata prima, e con una sostanziale diffidenza da parte della popolazione.

Il sig. Gandini ha svelato anche l’origine del nome “CPL”: nel 1976 una volta andati in camera di commercio per aprire la cooperativa, non era prevista una società commerciale che prevedesse attività produttive per persone disabili e la denominazione che più assomigliava a quello che la cooperativa voleva svolgere era proprio “CENTRO PRODUZIONE LAVORO”. Questo a sottolineare il carattere innovativo della Cooperativa nei suoi esordi: il bisogno dei genitori di dare dignità ai propri figli disabili non era ancora normato, ma la Cooperativa è riustita ad andare oltre a questo limite e grazie a molte “battaglie” solo 10 anni dopo si riuscirà a firmare una convenzione con l’ULSS 24 (la prima legge sulle cooperative sociali uscirà nel 1991).

img_5577Ad aiutare la Cooperativa nei primi anni dal punto di vista operativo è stata soprattutto la presenza di Obiettori di Coscienza che aiutavano persone disabili nei primi lavori (falegnameria, agricoltura, piccoli assemblaggi e produzioni industriali) ed in tema di obiettori non potevamo non invitare GABRIELE POLETTI – attuale direttore della Associazione San Gaetano di San Bonifacio ma soprattutto uno dei primi obiettori di coscienza per la cooperativa CPL. Il sig. Poletti ha sottolineato quanto fosse “coraggiosa” la scelta dell’obiezione di coscienza alla fine degli anni 70 ma soprattuto come quella scelta ha poi segnato positivamenta la sua vita: venuto qui da un’altra regione per fare l’obiettore di coscienza, non ha più lasciato il terriotorio di San Bonifacio.img_5573

Superati i primi anni “pioneristici” la Cooperativa ha ottenuto maggiore solidità economica grazie all’accordo stipulato con la ditta “Ferroli” dall’allora presidente IGINO BONVICINI: quell’accordo sindacale considerava il lavoro prodotto da CPL  al pari di qualunque altra ditta ed andava a definire nei dettagli la produzione img_5593oraria. Con quel contratto l’uguaglianza, lavorativa, tra persone “normodotate” e persone “disabili” era stato raggiunto.

A curare l’organizzazione del lavoro in quegli anni è arrivato LUCIO LISSANDRINI (responsabile del lavoro dal 1987 al 1994) che ha sottolienato come non fosse stato facile cambiare l’atteggiamento del personale coninvogliandolo in dinamiche più produttive ed efficienti.

Dopo Igino Bonvicini ha preso la parola GIUSEPPE BONINSEGNA, Presidente della Cooperativa CPL dal 1991 al 1994 il quale  si è soffermato sugli anni della sua presidenza caratterizzati dalla nascita della cooperativa CIDIELLE: un passaggio non facile, ma necessario per dare risposte a quelle diversità di richieste che venivano fatte alla Cooperativa: da un lato curare l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, dall’altro dare sollievo ed un sostegno educativo a famiglie di persone con gravi disabilità. A decorrere dal 1994 il nome CPL è stato mutato in CPL SERVIZI e la cooperativa ha assunto, per legge, il carattere di ONLUS.

A tal proposito, ha preso parola la sig.ra MARIA TERESA ROSSIN, che ha raccontato le sue preoccupazioni – in quanto mamma di Stefano, persona con difficoltà di equilibrio – nel momento dell’inserimento di suo figlio. “Avevo paura che gli potesse succedere qualcosa, che potesse cadere…però volevo dare a mio figlio la dignità di una persona, volevo che anche lui potesse stere con le altre persone. E’ stata dura, ma è stata una scommessa che io come genitore, e tutta la CPL SERVIZI ONLUS come personale, abbiamo vinto“.

(fine prima parte)

img_5551 img_5563  img_5592

img_5566

 

Chiusura del progetto My drops

My drops era una applicazione che permetteva di destinare una piccola quota di ciò che si acquistava su Amazon ad organizzazioni no-profit.

Noi come CPL SERVIZI ONLUS abbiamo fin da subito creduto al progetto. Purtroppo però, il mese scroso abbiamo ricevuto da parte di My drops questa mail:

Gentili tutti,
siamo spiacenti di informarvi che ieri abbiamo ricevuto una comunicazione da parte di Amazon concernente la rescissione immediata dell’accordo in essere tra Sundrop srls (la nostra azienda che offre il MyDrops) ed Amazon.
Secondo una delle policy di Amazon, non è più possibile utilizzare strumenti assimilabili a MyDrops come legame tra questo venditore ed una qualsiasi raccolta fondi, comprese quelle a scopo benefico.
Come potrete immaginare, questa comunicazione ci ha lasciati senza parole, coscienti del fatto che non ci verrà permesso di dialogare ed eventualmente trovare una forma per continuare.
Gli acquisti da questo venditore rappresentano il 100% degli acquisti in MyDrops; l’interruzione immediata del collegamento al venditore Amazon, ha di fatto interrotto l’efficacia del plugin e quindi il progetto MyDrops.
Ci dispiace immensamente per quanto accaduto, soprattutto nei confronti delle realtà che hanno compreso il sistema e ne hanno sfruttato al massimo le potenzialità.
Sundrop srls

 

Abbiamo aspettato un po’ a dare la notizia nella speranza che questa situazione si risolvesse nel migliore dei modi. Purtoppo non vi sono state positive novità ed a questo punto siamo costretti a comunicare che IL PLUGIN MYDROPS NON FUNZIONA PIU’ E NON E’ PIU’ POSSIBILE EFFETTUARE DONAZIONI ATTRAVERSO I PROPRI ACQUISTI SU AMAZON.

Utilizzeremo i 206,51€ per finanziare il progetto di psico-linguistica all’interno del centro diurno.

Personalmente ci sentiamo di ringraziare Franco e Sabina di Sundrops per la loro dedizione a questo progetto ed auguriamo a loro miglior fortuna con il prossimo progetto!