Autismo: i vantaggi del sostegno domiciliare psicoeducativo

In questi giorni di Quarantena, il personale della Cooperativa impiegato nell’area minori vive un momento di “stallo” per via delle restrizioni imposte dall “distanziamento Sociale”. Visto questo rallentamento delle nostre attività con i minori ne approfittiamo per chiedere a Silvia dal Bosco, di illustrarci un progetto innovativo relativo al sostegno domiciliare di una famiglia un minore con la sindrome dello Spettro autistico.

Quali sono le caratteristiche della sindrome dello Spettro Autistico ?

La sindrome dello Spettro autistico è definita come un “disturbo del neurosviluppo” che compromette alcune aree di funzionamento e di adattamento della persona.

In particolar modo, i manuali diagnostici usati per definire tale condizione delineano queste principali caratteristiche:

  • difficoltà nella comunicazione
  • difficoltà nell’interazione sociale (nel capire ad esempio il significato pragmatico della comunicazione come il linguaggio non verbale, il tono della voce, le espressioni facciali, il rispetto del turno di parola, un eloquio consono al contesto e alla situazione…),
  • la presenza di movimenti stereotipati e ripetitivi e/o ecolalia.

Possiamo dire che tutte le persone con questa diagnosi manifestano gli stessi sintomi?

Assolutamente NO. Nonostante questa classificazione ogni persona con autismo è unica e può presentare la sintomatologia in maniera estremamente eterogenea:

  • Ci sono persone con autismo altamente sensibili a luci e suoni o agli odori, tali da scatenare vere e proprie crisi comportamentali in alcune circostanze, o al contrario persone che sembrano non provare dolore ( ad esempio durante atti di autolesionismo);
  • Ci sono persone che non parlano, altre che acquisiscono il linguaggio in tarda età rispetto allo sviluppo tipico
  • Ci sono persone altamente selettive nel cibo, che magari mangiano solo gli alimenti di un certo colore;
  • Ci sono persone che hanno interessi speciali ristretti e ripetitivi che li tengono impegnati per gran parte della giornata,
  • altri che ricoprono cariche manageriali importanti in aziende o sono medici, avvocati..(ad esempio le persone con la Sindrome di Asperger).

Ci spieghi il progetto che CPL SERVIZI sta portando avanti in alcune famiglie del territorio?

Spesso il carico emotivo dei genitori può diventare difficile da gestire e, nonostante ci siano nella zona centri specializzati che si occupano  delle terapie farmacologiche, psicologiche e socioeducative dei minori, il contesto familiare può diventare talvolta problematico.

Come cooperativa, allora abbiamo lanciato l’idea di proporre alle famiglie un sostegno domiciliare psicoeducativo. Abbiamo pensato che la presenza di una persona compente in famiglia anche per poche ore al mese potesse aiutare la famiglia a comprendere e superare alcune situazioni critiche.

In cosa consiste questo progetto?

La mia presenza in famiglia per un’ora allla settimana ha permesso ai genitori di aumentare le consapevolezza delle qualità e dei punti di forza e di debolezza del figlio, una comprensione diversa dei suoi comportamenti, soprattutto quelli problematici, e una maggiore accoglienza dei suoi interessi speciali e di alcuni suoi rituali.

Come hai potuto aiutare la famiglia?

Ho aiutato la famiglia a dare una lettura “differente” al comportamento problematico del figlio, valutando di volta la situazione, gli antecedenti che scatenavano la crisi e le reazioni successive dei famigliari. Li ho aiutati a distinguere tra richiesta di attenzione e la richiesta di un bisogno che non era stato soddisfatto.

Sostanzialmente si trattava di dai propri schemi e provare a mettersi nei panni dell’altro con la consapevolezza che ogni comportamento comunica qualcosa.

Ci puoi fare qualche esempio pratico?

Un attacco di rabbia verso oggetti, poteva non essere “un dispetto nei confronti dei genitori per farli arrabbiare” ma la richiesta di un bisogno che non era riuscito ad esprimere diversamente a causa del suo deficit nella comunicazione.

Aver capito questo ha permesso ai genitori a non controreagire d’impulso, cosa che avrebbe scatenato un’escalation maggiore nel figlio, e a gestire nel migliore dei modi tutti gli altri momenti di crisi successivi adottando strategie alternative, come andare in una stanza neutra dall’oggetto della crisi o distogliendo la sua attenzione valutando di volta la situazione, la causa e il contesto dove avvenivano.  

A distanza di un anno come sta andando il progetto?

Alla grande!! posso dire di aver riscontrato dei cambiamenti positivi che perdurano, così come è stato buono il riscontro avuto dai genitori tanto che loro stessi si sono fatti carico di consigliare il servizio ad un altra famiglia con problematiche simili.

Il progetto è teminato o continua?

Il progettto continua e stiamo pensando anche di ampliarlo ad altre famiglie, anzi ne approfitto di questo articolo per segnalare che chiunque volesse avere ulteriori informazioni sull’argomento mi può contattare tramite mail (silvia.dalbosco@cplservizi.com)

(Oltre a seguire il progetto Autismo, Silvia segue anche il doposcuola Study up, nella foto qui sopra un momento della fase di aiuto compiti)

Aiutare persone in tempo di CORONAVIRUS

Non sono giorni facili quelli che stiamo vivendo: “Pandemia”, “Quaranatena”, “mascherine”, non sono parole alle quali siamo abituati e alle quali, probabilmente, non ci abitueremo mai…

I recenti decreti ci hanno obbligato a tenere chiuso l’Asilo nido, i Doposcuola e il Centro Diurno, mentre tutte le attività con minori a domicilio sono forzatamente ridotte.

L’unico servizio operativo al 100% in questo momento è la Comunità Alloggio dove i nostri 10 ospiti stanno vivendo questa situazione di quarantena forzata, attorniati da tutte le cure possibili garantite dai nostri instancabili operatori. (Sulla situazione in comunità stiamo preparando un articolo ad hoc che pubblicheremo nei prossimi giorni).

Ciononostante, il nostro compito di cercare di essere d’aiuto a persone in difficoltà non può certo venire meno in questi giorni così particolari e difficili e per questo motivo il personale della Cooperativa è impegnato con tutte le sue forze per cercare di trovare rimedi e strategie per essere d’aiuto a quelle persone che fino a qualche settimana fa vedevamo tutti i giorni.

I VIDEO DELLE EDUCATRICI DELL’ ASILO NIDO “IL SORRISO”

Una delle prime iniziative che abbiamo realizzato è stato una serie di video realizzati dalle educatrici dell’Asilo nido. Tutti questi video sono condivisi sulla pagina facebook dell’Asilo nido e piano piano le stiamo caricando su una mega playlist sul nostro canale You tube.

I genitori hanno davvero apprezzato l’impegno delle nostre educatrici e i loro messaggi di affetto e comprensione ci danno stimoli per continuare con questa attività nella speranza di poter aprire il prima possibile il nostro caro Asilo nido.

SITUAZIONE CENTRO DIURNO

Vista la chiusura del Centro Diurno, il personale della cooperativa si sta attivando con telefonate almeno settimanali agli utenti per cercare di essere da sostegno a famiglie che in questo momento stanno sicuramente vivendo situazioni di estrema difficoltà.

STUDY UP DIGITALE

Fin dal suo lancio, Study-up, sfruttando il lavoro in piccolo gruppi, ha cercato di favorire l’autonomia e di scoprire le potenzialità di ogni ragazzo.
Da lunedì 30 marzo partirà “Study-up digitale”; sperimenteremo un servizio di aiuto compiti personalizzato attraverso videochiamate su Skype o altri strumenti digitali, che permetta di mantenere questa peculiarità: sì prevedono 2 incontri virtuali pomeridiani da 30 minuti ciascuno.

Il primo sarà dedicato alla spiegazione e all’organizzazione dei compiti, il secondo (dopo intervallo di circa un’ora in cui il ragazzo può lavorare autonomamente) servirà per verificare i progressi fatti, chiarire eventuali dubbi o per le correzioni, stimolando la competenza metacognitiva del ragazzo.
Questo servizio è aperto a tutti i ragazzi. Per informazioni potete contattare la dott.ssa Silvia Dal Bosco, referente di study up, al numero 340 2378272 o inviando una mail a silvia.dalbosco@cplservizi.com

#CISIAMO

Nei giorni scorsi abbiamo iniziato un nuovo servizio di Supporto Telefonico a distanza grazie a Welfcare e Centro Servizi Welfare. Ne abbiamo parlato nei precedente articolo.

 

Grandi novità al ritorno dalla ferie per CPL SERVIZI

Doposcuola, Eventi sul territorio per giovani e anziani, TUTTinSCENA…Aprite le vostre agende: il personale di CPL SERVIZI sta preparando grandi novità per i mesi di settembre e ottobre!!!

Apparentemente questo periodo rappresenta un periodo di vacanza per la Cooperativa. In queste settimane, infatti, il Centro Diurno e l’Asilo nido sono chiusi e molti dei nostri educatori sono in vacanza e si stanno godendo le meritate ferie. Il Centro Diurno, infatti, riaprirà il 19 agosto, mentre L’Asilo Nido “Il Sorriso” e il Centro estivo Infanzia accoglieranno i bambini dal 26 agosto.

Non è così per la Comunità Alloggio, sempre aperta; per il servizio di aiuto compiti Study up che sta aiutando gli alunni nei compiti delle vacanze e negli esami di riparazione; e per gli educatori domiciliari che seguono minori per molti dei comuni dell’Est Veronese.

Queste settimane, sono molto importanti perchè si stanno pianificando alcune iniziative che vedranno protagonista CPL SERVIZI nei mesi di settembre e ottobre, in particolare:

  • Doposcuola a Locara
  • Settimana Fab Van
  • TUTTinSCENA.

FAB VAN

https://i1.wp.com/www.veronafablab.it/wp-content/uploads/2019/06/logo_fabvan.png?w=750&ssl=1

Promosso da Verona Fab Lab (www.veronafablab.it) e realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariverona, FAB VAN è un furgone attrezzato che offre attività e laboratori gratuiti per bambini, giovani e adulti!

CPL SERVIZI è entrata in contatto con Verona FAB LAB grazie al progetto WELFCARE; li è nata una collaborazione che ha portato alla realizzazione di una tappa del FAB VAN TOUR a San Bonifacio!

Le date da non perdere sono il 17- 18 e 19 settembre 2019, nei prossimi giorni faremo uscire il programma definititivo ma vi invitiamo fin da ora a fissarle nelle vostre agende.

Questa iniziativa, molto speciale, gode della collaborazione di importanti realtà del territorio quali:

Nei giorni del FAB VAN TOUR verranno offerti laboratori digitali e artigianali per adulti e bambini. L’obiettivo è creare un laboratorio mobile dove trovare conoscenza, sturmenti e spazi per poter sperimentare condividere e divertirsi. Vi aspettiamo numerosi.

https://i2.wp.com/www.veronafablab.it/wp-content/uploads/2019/06/FabVan-Verona-FabLab-Website.jpg?w=750&ssl=1

DOPOSCUOLA LOCARA

Il nostro personale educativo, in collaborazione con Welfcare, sta organizzando il doposcuola a Locara. Una vera e propria avventura se si pensa che negli anni scorsi questo servizio non era presente e che va quindi ideato da zero, analizzando necessita di scuola, famiglie e associazioni. A breve verrà comunicata una data di presentazione del doposcuola.

TUTTinSCENA

Abbiamo finalmente fissato la data per TUTTinSCENA 2019: 6 ottobre alle ore 18,00 presso il Teatro Centrale!! Stiamo organizzando ogni aspetto ma vi diciamo già che vi saranno parecchie novità: un format diverso con inizio alle 18 e apericena finale, ancora un maggior coinvolgimento di persone con disabilità sia durante lo spettacolo che durante le fasi di preparazione. Sarà un appuntamento imperdibile e come sempre molto emozionante.

Anche quest’anno l’evento sarà realizzato in collaborazione con le Associazioni Il Paese di Alice e Bianca nel Cuore.

NUOVO CDA IN C.P.L. SERVIZI

MODIFICA STATUTO

Mercoledì 15 maggio alle ore 19.30 presso la sede della C.P.L.  SERVIZI si è svolta l’Assemblea Straordinaria dei Soci della Cooperativa per procedere alla modifica dello Statuto  allineandolo alle indicazioni della Riforma del III settore. In particolare si è modificato l’ART. 5 riguardante l’Oggetto Sociale, che ora è il seguente.

Art. 5 – Oggetto Sociale. 1. Per il raggiungimento degli scopi e delle finalità previste dal precedente art. 4, la Cooperativa si propone di svolgere in modo organizzato e continuativo i servizi e le attività lavorative di cui all’art. 1 della Legge 381/1991 e sue successive modificazioni ed integrazioni. In particolare la Cooperativa si propone di svolgere anche con terzi non soci, le seguenti attività sociali:

1) La gestione di servizi socio sanitari ed educativi per persone con disabilità, minori, anziani, persone affette da disagio psichico e fisico e qualunque altro soggetto in stato di fragilità sociale; 2) Servizi domiciliari di assistenza, sostegno e recupero sociale di persone e gruppi familiari in situazione di disagio od emarginazione sociale; 3) Attività di formazione professionale e preparazione al lavoro per persone disabili e non; 4) Attività culturali, ricreative, sportive e di animazione, finalizzate alla sensibilizzazione della comunità sui temi dell’accoglienza, della tolleranza per lo sviluppo civile e democratico della società; 5) Servizi di pre – collocamento e stage lavorativi finalizzati alla formazione ed all’inserimento lavorativo di persone disabili ed invalidi civili in genere; 6) Sviluppo e promozione attraverso la realizzazione di manufatti artigianali e industriali in genere, finalizzati all’occupazione di persone con disabilità o in stato di svantaggio; 7) La gestione di servizi di mensa aziendale, per scuole, istituti ed enti pubblici e privati in genere, sia presso la sede che al domicilio dei committenti; 8) Servizi di noleggio automezzi speciali e/o autovetture con conducente (N.C.C.) per persone con disabilità; 9) Produzione e vendita, all’interno di laboratori occupazionali, di complementi d’arredo ed articoli da regalo in genere; 10) Il commercio e la distribuzione di merci e prodotti del settore non alimentare in genere; 11) L’organizzazione di convegni, manifestazioni, feste e spettacoli per la promozione delle attività sociali e la raccolta di fondi, anche attraverso la vendita di prodotti dei propri servizi e la gestione di stand, chioschi e centri ricreativi. 12) Servizi di consulenza psico – pedagogica ed attività di sostegno alle famiglie; 13) La progettazione, l’organizzazione e la gestione di studi professionali sanitari e/o parasanitari integrati con attività socio sanitarie e servizi socio sanitari territoriali, centri e presidi ambulatoriali di recupero e riabilitazione funzionale; consultori familiari.

2. La Cooperativa potrà inoltre compiere tutte le operazioni di natura mobiliare, immobiliare e finanziaria ritenute necessarie od utili al raggiungimento degli scopi sociali, ivi comprese la partecipazione a gare di appalto pubbliche e private, la stipula di apposite convenzioni con Enti ed Associazioni pubbliche e private per la gestione di servizi nel settore sociale, sanitario ed assistenziale.

3. A titolo esemplificativo, essa potrà quindi, con apposita deliberazione del Consiglio di Amministrazione: Costituire fondi per lo sviluppo tecnologico, la ristrutturazione ed il potenziamento delle proprie attività aziendali, ai sensi dell’articolo 4 della Legge 31/1/1992 n.59; Raccogliere conferimenti e prestiti in denaro dai soci predisponendo all’uopo, apposito regolamento per il risparmio sociale, con le modalità e nei limiti delle vigenti disposizioni di legge in materia;

Il responsabile di Confcoperative Giovanni Maragnoli, nella foto a fianco di Ornella Lonardi, illustra all’assemblea le principali modifiche dello statuto.

APPROVAZIONE BILANCIO

Alle ore 20.30  l’Assemblea Ordinaria  dei Soci  si è riunita per  l’approvazione del Bilancio e la nomina del Nuovo Consiglio di Amministrazione. Il Bilancio, con un fatturato di 1.506.754,11, in crescita rispetto al 2017, ha evidenziato un utile di 5.664.20, ed è stato approvato con voto unanime dai Soci presenti. Il nuovo Consiglio di Amministrazione, che resterà in carica fino alla primavera del 2022 con l’approvazione del bilancio 2021, risulta  ora così composto:

LONARDI ORNELLA           (Coordinatrice Centro Diurno, Responsabile Formazione e Qualità)

DESTRINI GABRIELE          (Fundraiser , Responsabile Servizi Educativi )        

GECCHELE LUCA               (Coordinatore Comunità Alloggio)

FRISON FEDERICO             (Operatore Centro Diurno)

RIZZI ELENA                                     (Educatrice Asilo Nido)         

TOMMASINI VANIA             (Responsabile Servizi Infanzia)

ROSSINI MARIA TERESA   (mamma di Stefano, utente Centro Diurno) 

NUOVE CARICHE SOCIALI

Il nuovo CDA riunitosi dopo l’approvazione del Bilancio ha deliberato le nuove cariche sociali:

ORNELLA LONARDI                       Presidente

GECCHELE LUCA                            Vice Presidente

La Cooperativa coglie l’occasione di ringraziare Stefania Lonardi per il costante impegno profuso in qualità di Consigliere negli ultimi mandati. A tutti gli auguri  di buon lavoro per il prossimo triennio. Il prossimo Consiglio Di Amministrazione è programmato per giovedì 23 maggio 2019 alle ore 18.30.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: