• +045 7610884
  • info@cplservizi.com

Archivio dei tag Via sandri

FIRMATO L’ATTO DI ACQUISTO DELLA SEDE

Sì conclude positivamente la trattativa decennale con il Comune di San Bonifacio: finalmente l’immobile di via Sandri è di proprietà di CPL SERVIZI ONLUS

Venerdì 28 dicembre rimarrà una data storica per la Coperativa CPL SERVIZI, una di quella che aspettavamo da tempo e chie finalmente è arrivata. Alle ore 11,00 presso gli uffici del notaio Marranghello la Presidente di CPL SERVIZI ONLUS ha firmato l’atto per l’acquisto dell’immobile di Via Sandri che passa dunque dal comune di San Bonifacio alla Cooperativa.

Si tratta di un investimento importante per CPL SERVIZI ONLUS che finalmente potrà programmare il proprio futuro con maggior serenità.

Questo importante passo è stato reso possibile grazie all’attuale Amministrazione Comunale, disponibile alla trattativa e sensibile a mantenere il Centro Diurno e la Comunità Alloggio per disabili nel territorio di San Bonifacio.

Una propria sede è stata a lungo il progetto del Presidente uscente della Cooperativa GIORGIO MAINENTE, ma tutti i tentativi con le precedenti amministrazioni comunali non avevano portato a nulla di concreto. Il progetto presentato da ORNELLA LONARDI e la sensibilità del sindaco GIAMPAOLO PROVOLI hanno permesso di riprendere in mano la trattativa che ha portato alla stipula di venerdì 28.

Questo 2018 si chiude quindi in bellezza per CPL SERVIZI, un 2018 segnato da impotanti novità come il progetto Welfcare, l’attivazione e lo sviluppo di nuovi servizi individuali per minori, la sistemazione degli spazi in comunità e al Centro Diurno, l’Evento TUTTinSCENA, l’intervista a Manuel Marson e, da ultimo appunto, l’acquisto della sede.

Un importante passo che responsabilizza tutto il personale di CPL SERVIZI ONLUS e tutte le persone che vogliono bene alla Coopearativa: a partire dai primi mesi del 2019 partiranno i lavori per la ristrutturazione della sede. Vogliamo che la sede di via Sandri sia sempre più il luogo in cui le persone si possano sentire a casa, aiutate e valorizzate per le loro capacità. Per farlo serviranno pesanti investimenti, probabilmente superiori anche a quelli per l’acquisto dell’immobile, e servirà, appunto la buona volontà e l’aiuto di tutti.


1